Zamponi parla della crisi a 7gold

La crisi che (secondo Berlusconi) non c’è e il silenzio della Lega. Ecco la ricetta dell’Italia dei Valori:
- basta con le ruberie
- no agli sprechi
- stop alle inefficenze

2 comments Giugno 7th, 2010

Gabriele Sola: Dentro la Città

Il servizio di trasporto pubblico in Lombardia è imbarazzante ma, dopo 4 anni, l’Ecopass si è dimostrato semplicemente un provvedimento che pesa solo sulle tasche dei cittadini.

Add comment Giugno 5th, 2010

Zamponi a Radio Padania

Zampo Radiopadania by Gruppoidv

Add comment Giugno 4th, 2010

Cavalli (IdV): “Caro Assessore, è inciampato in un orfano”

“Caro assessore, è inciampato in un orfano…” inizia così la lettera aperta di Giulio Cavalli all’assessore alla Famiglia di Regione Lombardia Boscagli. Il consigliere regionale di Italia dei Valori ha scelto di replicare all’assessore sulla questione del bonus anti aborto con una lettera aperta che ha pubblicato sul proprio sito web personale: www.giuliocavalli.net. Ecco alcuni passaggi.

“Questa mattina – dice Giulio Cavalli, consigliere regionale dell’Italia dei Valori – ho avuto modo di leggere la sua reazione ai miei dubbi su questo fantomatico bonus… Ora vede, caro Boscagli, glielo riferisco con un certo fastidio, purtroppo per me (e per il suo tempismo) non ho proprio bisogno di informarmi sui “migliaia di bambini salvati” perché sono uno di quelli”.

“Non so – si legge nella lettera aperta – se mia madre mi abbia abbandonato “solamente per motivi economici” o la mia nascita piuttosto che un aborto siano stati dettati da valutazioni di bilancio; così come non so nemmeno quale stato di solitudine, disperazione, indifferenza o isolamento sociale possa spingere una madre a rinunciare (qualunque sia il modo) al proprio figlio. Proprio non lo so. Nemmeno io che ne sono figlio. E tanto meno lei, caro assessore Boscagli, che si riferisce così elegantemente asettico ad una tribolazione di madre che da tutto questo ne esce abbastanza calpestata. Non mi spiego nemmeno perché in questo Paese, che oggi festeggia il proprio compleanno, i diritti della famiglia siano rivenduti come bonus o regalìe delle pubbliche amministrazioni”.

“Qualcuno giustamente dirà che questo bonus è meglio di niente, caro assessore, ma io vorrei una politica che puntasse il dito sugli interventi strutturali per le soluzioni del “niente”; con uno Stato Sociale solidale con tutti senza ergersi in giudizi che rischiano di finire in un tonfo. Vorrei – conclude Cavalli – una politica che non si arroga il diritto di sintetizzare le disperazioni in pochi commi, ma che lavori senza ergersi a giudice di moti così personali e sotterranei”.

Gruppo Italia dei Valori
Consiglio regionale della Lombardia

Add comment Giugno 3rd, 2010

Cavalli (IdV): “Il bonus è elemosina anti abortista”

Regione Lombardia stacca un assegno di 250 euro per le mamme che non interrompono la gravidanza, intanto la Finanziaria mette a repentaglio i servizi alla famiglia e per l’infanzia

Un assegno mensile di 250 euro per 18 mesi al massimo per non abortire. E’ questa la ricetta della giunta regionale di centro destra per aiutare le famiglie lombarde.

“La giunta regionale – dichiara Giulio Cavalli, consigliere regionale dell’Italia dei Valori – ha annunciato trionfalmente una soluzione placebo che non risolve la questione aborto ma si limita a dirottarla da una dimensione culturale e sociale a quella meramente economica”.

“Non posso non constatare che la patria potestà di questa regione, così elegantemente generosa con i nascituri padani, è una sorta di co.co.pro a 18 mesi, nulla di più”.

“Le neo mamme vanno aiutate con servizi efficienti per la famiglia e per l’infanzia, quegli stessi servizi che la Finanziaria del Governo sta mettendo seriamente a repentaglio”.

Gruppo Italia dei Valori
Consiglio regionale della Lombardia

Add comment Giugno 1st, 2010

Cavalli (IdV): “Con i tagli alla cultura si concima l’ignoranza per gestire meglio il consenso”

La manovra taglia i finanziamenti a 29 fondazioni culturali lombarde

Il Governo prova ad affossare la cultura. Lo sta facendo attraverso la manovra finanziaria nella quale è previsto, tra l’altro, il taglio dei finanziamenti a 29 fondazioni culturali lombarde.

“Prendiamo atto che gli amministratori di questo Paese sono culturalmente ignoranti – afferma Giulio Cavalli, consigliere regionale dell’Italia dei Valori – e vogliono imbavagliare la cultura e la ricerca per gestire meglio il consenso attraverso l’ignoranza”.

“E’ ora che il mondo della cultura si faccia sentire uscendo dal ruolo di pubblico passivo in una regione che rischia di perdere enti d’eccellenza coma la fondazione Triennale di Milano, il Museo nazionale di Scienza e tecnologia e l’Istituto per la storia dell’arte lombarda solo per citarne alcuni”.

“Inoltre – aggiunge Cavalli – i cittadini e tutto il mondo culturale lombardo devono stringersi attorno a questi enti, esclusa ovviamente la fondazione Bettino Craxi e dimostrare la loro solidarietà e vicinanza al fine di combattere insieme contro tagli indiscriminati”.

“Il fatto che il Ministro Bondi non fosse a conoscenza dei tagli della manovra – conclude il consigliere regionale di IdV – ci mostra i caratteri di una farsa politica che vorrebbe essere un’epopea”.

Gruppo Italia dei Valori
Consiglio regionale della Lombardia

Add comment Maggio 31st, 2010

Sola (IdV): “Basta calpestare la scuola pubblica”

Tempi duri per chi produce cultura. I tagli indiscriminati alla scuola pubblica messi in atto da questo Governo e dal suo Ministro Gelmini hanno esasperato insegnanti, studenti e genitori.

“Questa aggressione sistematica verso il mondo dell’istruzione è sconcertante – dichiara Gabriele Sola, consigliere regionale dell’Italia dei Valori -. I tagli scriteriati che il Governo intende mettere in atto per il prossimo anno scolastico si ripercuoteranno, inevitabilmente, sulla qualità del sistema scuola ma anche sulla quantità dell’offerta formativa”.

“E questo Governo – prosegue Sola – che fa? Discute la possibilità di posticipare l’inizio delle lezioni ad ottobre. Si tratta, palesemente, di un futile diversivo per distogliere l’attenzione dell’opinione pubblica dai problemi seri, gravi che verranno inevitabilmente a crearsi di qui a pochissimo tempo”.

“Questa volta però il diversivo non è riuscito – conclude il consigliere regionale di IdV – e insegnanti, genitori e studenti stanno scendendo in piazza un po’ ovunque per difendere il loro diritto a produrre cultura. Lo faranno anche davanti alla sede di Regione Lombardia, oggi pomeriggio, diverse scuole del milanese. Noi del Gruppo Italia dei Valori condividiamo le loro preoccupazioni per il futuro e siamo con loro. Basta calpestare la scuola pubblica”.

Gruppo Italia dei Valori
Consiglio regionale della Lombardia

Add comment Maggio 29th, 2010

Previous Posts


Varie


TV

eventi

ARTIGIANI

sanità

bandi e concorsi

consiglieri fannulloni

terza età

No indulto

Categorie

Archivio atti ufficali

Archivio Comunicati

Elezioni Politiche 2008

Link